Cuneo: Scrittori in città. Pure troppi.

Sono stato a Cuneo invitato allo splendido festival/evento Scrittori in città.
Bello, ho conosciuto Tito Faraci che è del ’65 come me, ma è ricco (ma è del ’65 quindi è simpatico PEFFORZA).
Con noi, in una cosa a tre su un palco (suona un po’ strano detta così) c’era anche Paola Barbato, che è simpatica, che già la conoscevo, che è sempre un po’ incazzata, già da quando la conoscevo, uguale.

Non ero mai stato a Cuneo. Fortunatamente ho incontrato un amico che s’è speso assai per insegnarmela BENE.

prosegue il vignettone su canemucca.com

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Cuneo: Scrittori in città. Pure troppi.

  1. PuntoG scrive:

    E io ho un bellissimo Papero sulla mia moleskina 🙂
    Dopo ho riflettuto. Il fil rouge che unisce noi che usiamo i vermetti neri sulla carta, oltre ad avere qualcosa da dire…….risparmiamo un sacco di soldi perchè facciamo autoanalisi. Che in realtà mi sembra più divertente dello stare seduto davanti a uno che mentre tu gli pargli prende appunti e sta in silenzio.
    E’ stato interessante il tuo intervento. Tanti spunti su cui riflettere.
    Grazie e buon sabato

    PuntoG

  2. makkox scrive:

    al prossimo interessante vi mando a fanculo tuttassieme voaltri. che v’ho capito che m’avete messo a giro.
    “interessante”
    bah
    ; )

  3. PuntoG scrive:

    ma dai, figurati, era per dire!!!!!

    flap flap 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *